9 maggio 2018Riceviamo da Money.it e pubblichiamo per i nostri lettoriEsistono numerosi miti, equivoci e presupposti errati che girano intorno al trading. Non solo sono falsi, ma possono mettere in pericolo le tue possibilità di successo in qualità di investitore.In questo articolo, Money.it smentisce 5 dei più comuni falsi miti del trading, spiegando il perché non sono veri.I miti nel Trading#1 Il trading fa diventare ricchi velocementeLa verità: Bisogna prima imparare come non perdere soldi sui mercati.È forse il mito più grande legato al trading che si annida nella testa del grande pubblico. Gli stereotipi che circondano il trading sono così diffusi che la maggior parte dei trader inizia ad investire proprio in scia di questi stereotipi e quindi iniziano con una mentalità e delle aspettative sbagliate. Queste aspettative si disintegrano una volta che il trader avrà fallito con i suoi primi posizionamenti. Il trading consiste nel non perdere denaro più che nel riuscire a guadagnarne. #2 Bisogna avere un tempismo perfetto nell’individuare i massimi e i minimi di mercato per fare soldi sui mercatiLa verità: Il trading non consiste nel prendere esattamente i massimi e i minimi, si tratta di leggere i grafici da sinistra a destra.Non c’è bisogno di scegliere i punti di svolta esatti del mercato per fare trading. Devi leggere il grafico, la storia sul grafico e capire cosa sta cercando di dirti. Quindi, cerca segnali di price action che abbiano senso con la storia del grafico che stai analizzando. #3 C’è bisogno di molti soldi per avere una qualche possibilità di guadagnare sul mercatoLa verità: non è necessario avere un sacco di soldi per iniziare, un buon trader può fare soldi indipendentemente dalle dimensioni del suo account.Spesso, i trader credono che per avere successo nel trading ci sia bisogno di un conto traboccante di euro. Ma non è vero. È meglio iniziare con un account più piccolo – una grande riserva di capitale può consentirti di guadagnare più denaro più velocemente ma non sai cosa stai facendo, e potresti perdere quei soldi altrettanto velocemente.#4 Devi sapere cosa sta per succedere sul mercato per poter guadagnareLa verità: non devi avere ragione o sapere cosa accadrà, devi capire che non puoi mai sapere con certezza cosa accadrà.Un altro grande mito legato al trading è la convinzione che per fare soldi bisogna sapere cosa succederà nel futuro, il che non potrebbe essere più lontano dalla verità – infatti non è nemmeno possibile. Fa parte del trading il fatto che vi sia un’aspettativa casuale per ogni trade che si fa. Ogni posizionamento ha, essenzialmente, un esito casuale. Questo perché ci sono migliaia, forse persino milioni di variabili che influenzano il mercato in un dato giorno e in un dato momento. #5 È necessario che una percentuale elevata dei propri trade sia vincente per guadagnare La verità: Non devi essere vincente su un’alta percentuale dei tuoi trade, ma devi massimizzare i tuoi trade vincenti.Probabilmente hai sentito parlare del rapporto di rischio-rendimento, ma ne comprendi davvero l’importanza? Non hai bisogno di vincere su tutte le tue operazioni per guadagnare, non hai nemmeno bisogno di vincere sulla maggior parte dei tuoi trade. Come è possibile? Comprendendo e utilizzando efficacemente il rapporto che lega il rischio al rendimento. Immaginiamo di impostare una ricompensa al rischio di 1:3 per ogni operazione che fai. Ciò significa che rischi 1R dove R = euro rischiati per fare 3R, ovvero 3 volte i tuoi euro messi a rischio. Con questo rapporto di remunerazione del rischio, devi essere vincente solamente sul 25% delle tue operazioni per pareggiare (sul 27% per realizzare un profitto al netto di commissioni/spread). Dalla Redazione di TRADERS’ Magazine