» Con l’acquisto di una pizza il 22 maggio 2010, Bitcoin iniziò a scrivere la storia e a tracciare un’immagine quasi incredibile  nel suo grafico. Anche se ha sempre mostrato una volatilità interessantemente alta per i trader attivi, è stato scoperto solo di recente come oggetto di trading di cui valga la pena occuparsi. In quest’articolo, leggerete alcune idee che vi permetteranno    di trarre beneficio dai promettenti movimenti di prezzo con alto rischio e gestione del capitale.

Oggi, ci sono vari modi in cui potete trarre beneficio dai Bitcoin e dalle sue fluttuazioni di prezzo. Ad esempio, per una strategia buy-and-hold, potrete scambiare denaro a Bitcoin e conservarlo nel vostro portafogli digitale proprio come qualsiasi altra valuta. Da qualche tempo, sempre più broker forex e CFD iniziano ad offrire il trading con le valute digitali. Questo consente di implementare facilmente delle strategie di trading a breve termine. Un altro vantaggio è che il trading a margine consente di fare trading sui Bitcoin anche con account più piccoli.

Strategia di trading su trend tecnico di mercato

A causa del crescente interesse nella valuta digitale, il volume di trading è salito nettamente. Più trader in questa classe di asset diventano attivi, meglio si possono analizzare le proprie tracce ed usarle a vostro vantaggio. Perché proprio come nell’analisi tecnica del grafico di azioni o indici, si può vedere nella cronologia dei prezzi

  • come corrono i trend;
  • in quali punti i trader iniziano a preoccuparsi;
  • dove si verificano dei forti movimenti per entrare nel mercato.

A partire da queste informazioni, potete, ad esempio, quando si fa trading sul trend esistente, definire dei punti di inversione dove la probabilità di un setup funzionante supera i potenziali rischi. La base per il trading sui trend è la loro presenza nel grafico. Tuttavia, a causa della sua natura storica, il grafico giornaliero non mostra alcun trend chiaramente identificabile. Il trading su base giornaliera a partire dalla correzione fino al trend è al momento difficile da un punto di vista del rischio. Tuttavia, questa situazione cambia immediatamente con il cambiare dell’unità temporale. I setup per trading tecnico di mercato si possono trovare sia combinando le dimensioni dei trend all’interno del grafico orario sia in combinazione con unità temporali più piccole.

Ingresso: trend trading nel grafico orario

Cercate una situazione nella quale il trend precedente è stato infranto. Ciò può essere fatto sia attraverso un movimento trendless o tramite un controtrend subordinato esistente. A questo punto, potrete iniziare a progettare il vostro ingresso. Se il trend si interrompe a causa di un movimento trendless, aprite la posizione con la formazione di un nuovo trend. Nel caso di un’interruzione da parte di un trend già esistente, aprite il vostro trade all’interno della correzione successiva o al più tardi con la sua continuazione. In entrambi i casi, lavorate con un stop (limit) order.

Determinazione dell’obiettivo

A causa della volatilità correntemente molto alta delle criptovalute, la determinazione dei target di prezzo è logica. Cercate, nella cronologia del grafico esistente, dei punti dove c’è alta probabilità che i dealer facciano hedging  sulle proprie posizioni. Le zone di resistenza o le zone di supporto sono anch’esse idonee per determinare i target di profitto. Qui si può posizionare un limit sell order per un long trade ed un limit buy order per un trade sui prezzi in caduta. Se sono visibili schemi di trend con correzioni chiare e movimenti chiari nel grafico, con volatilità bassa, il trading sull’intero trend è appropriato fino alla sua interruzione. In questo caso, state lavorando senza un obiettivo di prezzo. Al contrario, tracciate lo stop della vostra posizione sui punti di minimo della correzione o sui massimi della correzione e lasciate che sia il mercato a farvi uscire.

Hedging

L’hedge iniziale è impostato sul punto nel grafico dove l’allestimento di trading attuale non risulta più valido. È questo il caso quando si interrompe il trend su cui state facendo trading. A seconda di quale sia questo trend, posizionate il vostro stop order nelle seguenti zone:

  • Minimo di correzione nel trend verso l’altro;
  • Massimo di correzione del trend verso ilsupporto sono anch’esse idonee per determinare i target di profitto. Qui si può posizionare un limit sell order per un long trade ed un limit buy order per un trade sui prezzi in caduta. Se sono visibili schemi di trend con correzioni chiare e movimenti chiari nel grafico, con volatilità bassa, il trading sull’intero trend è appropriato fino alla sua interruzione. In questo caso, state lavorando senza un obiettivo di prezzo. Al contrario, tracciate lo stop della vostra posizione sui punti di minimo della correzione o sui massimi della correzione e lasciate che sia il mercato a farvi uscire.

Esempi pratici

La coppia valutaria BTC/USD si trovava in un trend verso l’alto nel grafico orario (figura 2) fra i 15 e il 18 settembre 2017. Lo stesso venne interrotto le prime ore della mattina del 19 settembre. L’oscillazione verso il basso raggiunse quota $3.850,75. La correzione successiva portò ad una fascia di resistenza a prezzi che variavano da $4.020 fino a $4.049. Perciò, i due elementi di informazione più importante per l’apertura di un trade di tipo trend trading erano i prezzi in discesa. L’ordine di vendita veniva piazzato a $3.849. L’ordine necessario per iniziare un hedging sul trade si verificò a $4.050. Il trade si aprì il 21 settembre a $3.849. Lo sviluppo di trend successivo consentì il tracciamento dello stop dell’hedging iniziale a $3.905, $3.768   e $3.632. A causa del gap nel weekend dal 22 al 25 settembre, la posizione venne chiusa a $3.670,50 con un guadagno del 4,6%. Un altro esempio si può trovare in figura 3.

In questo trade, la situazione nel grafico illustra che il prezzo era caduto al di sotto del minimo di correzione attuale del trend verso l’altro durante la notte dell’11 ottobre 2017. Tuttavia, non si erano verificati ulteriori vendite. Ma la situazione era contraria. Immediatamente dopo, la mattina si formò un rinnovato trend verso l’alto. L’ingresso si realizzò quando i massimi del trend corrente furono superati con uno stop buy order a $4.830. L’ordine iniziale di stopsell della posizione era a $4.759, e venne gradualmente impostato sui minimi di correzione di trend del grafico a $4.789, $5.149 e $5.218. Al momento della stesura di questo articolo, questa strategia di trend trading è ancora in esecuzione. Il profitto a registro attuale è dell’8%.

Conclusione

Se volete fare trading attivamente sui Bitcoin all’interno di unità temporali più piccole, potrete trarre vantaggio dalle tracce degli altri partecipanti al mercato all’interno degli sviluppi di trend. Per movimenti forti e privi di trend all’interno di un’unità temporale, è semplice ritornare alle unità di tempo subordinate. Se trend di dimensioni differenti scorrono all’interno dell’unità di tempo considerata, questi possono essere combinati in setup redditizi. La cronologia di trend corrente ha sempre permesso di eseguire trade redditizi laddove si inizi a fare trading su trend emergenti il prima possibile.

Mike Seidl

Mike Seidl è un banchiere, e si occupa di trading sui mercati di capitali dalla fine degli anni‘90. Dal 2013 si occupa a tempo pieno del proprio patrimonio e condivide la sua conoscenza, all’interno di seminari e sessioni di studio, con coloro che vogliono formare in modo indipendente il percorso verso i propri obiettivi finanziari.  info@investorschule.de