Riceviamo da Money.it e pubblichiamo per i nostri lettori

Chi si è cimentato nello studio delle figure a candele si sarà sicuramente reso conto della difficoltà nell’imparare le decine di formazioni grafiche che vengono proposte, soprattutto quando sono composte da tre o più barre.

A tal proposito, Money.it ha evidenziato una facile metodologia che permette di ovviare a questa problematica. Si tratta della compressione dei pattern esplicata da Gregory L. Morris nel suo libro “Manuale di analisi candlestick”.

La metodologia proposta da Morris sostanzialmente “unisce” le candele che compongono una figura o una congestione al fine di ricondurle ad una singola candela. I pattern a due o più barre si riducono solitamente ad un hammer, una pin bar oppure ad una marubozu.

Nella pratica, data una serie da due o più candele si deve prendere il prezzo di apertura della prima barra e il prezzo di chiusura dell’ultima. Il massimo sarà il valore più alto nella figura, mentre il minimo sarà quello più basso nell’insieme considerato.

L’Ufficio Studi di Money.it propone ora una selezione di pattern formati da due e più candele per far comprendere meglio questa utile metodologia.

  • Engulfing; si tratta di uno dei pattern a candele più famoso e di maggiore efficacia, come si vede dall’immagine, tale figura si riduce ad un hammer.

 

  • Un’altra figura tecnica di inversione molto utilizzata dai traders è il Three white soldiers. Tale figura di inversione rialzista a tre barre si riduce ad una marubozu, candela che denota una grande forza del sottostante.

 

  • Passiamo ora ad un pattern poco conosciuto, come il Ladder top. Tale figura si compone di ben 5 candele ed è particolarmente difficile da ricordare. A questo proposito la tecnica della compressione risulta molto utile, dato che unendo queste barre si ottiene una singola shooting star, chiaro segnale di inversione ribassista.

Come questa breve carrellata di esempi fa comprendere, non è necessario ricordare ogni singolo pattern che gli studiosi di analisi candlestick propongono, ma basta semplicemente tenere a mente le poche formazioni a candela singola ed applicare il metodo di compressione.

Dopo delle iniziali difficoltà legate alla comprensione del metodo, con la pratica questo procedimento verrà eseguito senza alcuna fatica.

 

Dalla Redazione di TRADERS’ Magazine